Ismett

Trapianto di fegato:



  • 31 luglio 1999 - 31 dicembre 2015: 999 (di cui 116 da donatore vivente)
  • 1 gennaio - 31 dicembre 2015: 57 (di cui 3 da donatore vivente)
  • Sopravvivenza del paziente ad un anno dal trapianto (fegato da donatore cadavere): 85,5 per cento
  • Sopravvivenza del paziente ad un anno dal trapianto (fegato da donatore vivente): 89 per cento

Il programma costituisce la quota più rilevante dell‘attività clinica di ISMETT e il motivo principale che, a suo tempo, ha portato alla creazione dell'Istituto. Dal 31 luglio 1999, data del primo trapianto, al 31 dicembre 2015 sono 999 i trapianti eseguiti. Sono, inoltre, stati effettuati 19 trapianti combinati fegato-rene e 2 trapianti combinati fegato-polmone. Il significativo livello di attività raggiunto ha permesso di contenere i tempi di attesa dei pazienti in lista. La media nazionale di sopravvivenza dopo il trapianto di fegato è tra le migliori d'Europa. L'ISMETT si è ripetutamente classificato tra i centri italiani con i migliori risultati, in base ai dati del Centro Nazionale Trapianti. Per ovviare al basso numero di organi disponibili, ISMETT ha messo in atto tecniche e strategie che consentono di utilizzare al meglio queste preziose risorse, mantenendo così un elevato livello di attività di trapianto di fegato.

In ISMETT, vengono ampiamente utilizzati organi provenienti da donatori marginali ed è estensivamente messa in pratica la tecnica della divisione del fegato da donatore cadavere in due parti (split liver) che consente il trapianto di due pazienti con un unico organo: il lobo destro del fegato su un ricevente adulto, quello sinistro su uno pediatrico.

E’ stato avviato anche un programma di trapianto da donatore vivente, tecnica utilizzata in pochi centri al mondo, dove si trapianta una porzione di fegato prelevata da un donatore vivente. L'ISMETT è, inoltre, uno dei centri più attivi per quanto riguarda il trapianto di fegato pediatrico. Dal gennaio 2004 al 31 dicembre 2015 sono stati eseguiti 160 trapianti di fegato pediatrici (144 da donatore cadavere; 16 da donatore vivente).